TOP SOCIAL

Image Slider

venerdì 25 maggio 2012

La scelta dello stile di birra

Prima di iniziare a produrre birra in casa, dobbiamo avere chiara una cosa fondamentale, ovvero quella dello stile di birra, in base anche ai nostri gusti.
Esistono tanti stili birrai, e quindi dobbiamo avvicinarci il piu' possibile alla nostra birra preferita.
Io con mio fratello, abbiamo buttato le basi per produrci birra tipo belga, ad alta fermentazione.
Spendo solo due parole sul significato di alta e bassa fermentazione. La birra ad alta fermentazione fermenta ad alte temperature, di solito dai 18° ai 24°, quindi di conseguenza è più facile da farsi, specialmente nelle prime fasi, poichè a bassa fermentazione dovremmo tenere la birra a temperature tra gli 8° e i 12°, e alla fine dovremmo lagherizzare intorno ad 1°, quindi dovremmo servirci di una cella frigorifera o di una camera di fermentazione che possa raggiungere tali temperature.
Deciso lo stile passiamo alla composizione della ricetta.
Per prima cosa dobbiamo scegliere i malti ed i luppoli da usare, ed esistono diversi siti che vendono malti in grani, suddivisi per tipologie e nazioni produttrici.
Poi si passa alla ricetta vera e propria. Io consiglio di usare un software free, che si chiama Hobbybrew, scaricabile da internet, che vi permetterà di creare un vero e proprio archivio tra ricette, inventari di articoli comprati, e soprattutto vi permetterà di creare la vostra birra in casa in base ai parametri che gli date.
L'unico ''difetto'', se così lo si può definire, e che per creare la vostra ricetta dovete comunque avere le idee chiare sui litri finali ed iniziali, il rapporto acqua sparge e mash da usare, gi step del mash e della bollitura da adottare nella ricetta. (Per questo creerò un tutorial facile per usare hobbybrew).
venerdì 18 maggio 2012

Costruiamo un filtro bazooka

Prima di costruire un filtro bazooka, devo spiegare a cosa serve, e che cosa è il filtro bazooka.
Agli inizi quando giravo nei forum, e curiosavo tra le ricette, sentivo parlare del filtro bazooka, del filtro zapap, del tino con doppio fondo, della borsa frigo con dentro un tubo forato, ma non capivo quasi nulla.
In ogni caso il filtro bazooka è un mezzo che ci serve per filtrare, separare i grani dal mosto, dopo la decozione, e durante la fase di sparge, dove si lavano i grani con acqua a temperatura adeguata.
Tra tante guide e tanti filtri diversi, ho escluso totalmente filtri che avessero plastica, tubi da giardinaggio, secchi di plastica sovrapposti o filtri con rubinetteria cromata. Questi materiali con le alte temperature non vanno d'accordo.
Tutto va fatto in acciaio inox aisi 316, o 304.
La differenza è che l'aisi 316, è di qualità superiore, infatti non si corrode nemmeno con la salsedine. In ogni caso per quello che dobbiamo fare va bene anche l'acciaio inox aisi 304.

Scordatevi di trovare nei brico center raccordi e rubinetti in acciaio inox, al massimo le guarnizioni in teflon, il teflon a nastro ed i flessibili, per il resto bisogna rivolgersi presso negozi di nautica, oppure sul web, ci sono tanti fornitori di raccorderia in acciaio inox.
Logicamente la spesa sale, ma farete un buon investimento visto che l'acciaio inox è praticamente eterno.
Ecco come si presenta il filtro bazooka all'interno della pentola.



Ecco una guida, su come costruirlo passo - passo:

sabato 12 maggio 2012

All-grain: Cosa serve per preparare una birra in casa

Cosa serve per produrre birra a casa?
Tempo fa ho creato un video, un pò teorico, ma indispensabile per chi vuole iniziare a birrificare a casa.
In sintesi vi serviranno:

  • Un mulino per macinare i grani, ma non è indispensabile agli inizi, visto che alcuni fornitori di materiale, li possono spedire anche già macinati.
  • 2 pentoloni di almeno 40 litri, in alluminio o acciaio inox.
  • Filtro bazooka, da montare alla pentola con la quale filtrerete i grani nella fase di sparge, oppure un filtro zapap, (quest'ultimo non l'ho mai usato.
  • Termomentro per monitorare la temperatura.
  • Tintura di iodio per verificare la saccarificazione del mosto.
  • Serpentina per raffreddare il mosto dopo la bollitura. Non vi nascondo che fino ad oggi ho raffreddato il mosto immergendo il pentolone nella vasca da bagno riempita di acqua e ghiaccio.
Per maggiori chiarimenti:

Iniziare a produrre birra in casa.

Come fare la birra in casa

Cosa mi ha spinto a produrre la birra in casa?

Forse la voglia di creare e personalizzare un determinato stile di birra.

Sinceramente ho iniziato un po' per gioco a fare liquori casalinghi, da bere in famiglia la domenica a pranzo, ma nonostante gli ottimi risultati mi sembrava troppo scontato e facile produrli: bastava immergere l'ingrediente nell'alcool per un determinato periodo, tipo, scorze d'arancio, semi di ciliegio, bacche varie, erbe, e potrei fare una lista molto lunga, unire lo sciroppo zuccherato e il gioco era fatto.
Allora iniziai a fare sidro e idromele, bevande fermentate senza aggiunta di alcool.
Naturalmente ebbi parecchie delusioni, come tante soddisfazioni, ma mancava ancora qualcosa. Quel qualcosa che solo la birra poteva dare.
Ho così iniziato ad informarmi su internet, e naturalmente grazie alla disponibilità di tanti utenti in giro per i forum ho ordinato il primo kit per produrmi la birra a casa.
Il Kit diciamo che ti da la possibilità di creare una birra di un determinato stile, senza l'aggiunta di luppoli o malti, poiché è già luppolato.
Ho fatto solo 2 birre da Kit, e già tutto mi stava troppo stretto. Quando qualcuno assaggiava la birra mi diceva incredulo:...''buona, ma come hai fatto a fare questa birra?'' Io rispondevo, che era tutto già pronto, ed io dovevo solo bollire un po' di acqua e stare attento alla fermentazione, quindi decisi di passare direttamente al metodo Tutto Grani, ovvero: All Grain.

In questo modo avrei potuto creare una birra da zero, così come potevo decidere il grado alcolico, l'amaro, ed il colore.

Infatti ho creato tre birre stagionali, dedicate alla mia terra, con l'aggiunta di ingredienti naturali, che prendo nelle campagne e nei boschi collinari prettamente nella zona geografica stabilita. Ma sono dopo anni ancora in bilico le ricette, perché devo sempre correggere errori dovuti alla frenesia ed al troppo entusiasmo.

Poi ho creato anche altre birre, ispirate allo stile trappista belga, il mio stile preferito.
Il mio sogno è creare una birra sullo stile della Westvleteren 12 o della Trappiste Rochefort 10, due birre per me monumentali.

Detto questo inizia il viaggio alla scoperta della birrificazione casalinga.

Se volete passate dal mio sito per avere informazioni più dettagliate: